‘Inchiostro e parole’ recensisce ‘Il creatore di sogni’

L’unico limite è la nostra immaginazione, ma la nostra immaginazione è l’unica cosa che non ha limiti.

«Carissimi ho passato la notte di Halloween in compagnia di una collaborazione davvero particolare. Ringrazio innanzitutto Luca Scopitteri per avermi fornito il suo libro “Il creatore di sogni” primo volume di una trilogia thriller sovrannaturale che prosegue quest’anno con “Il creatore di ombre” edito da Bookabook.

“L’ho letto tutto d’un fiato, in silenzio, per paura di infrangere il sogno.” - Francesca    
Jay ha poco più di vent’anni quando si ritrova su un’isola deserta in compagnia di un piccolo koala. Non ricorda come sia finito li, ma è cosciente della routine di ogni giorno: osserva il mare, parla con il suo amico e si tiene lontano dal promontorio che sovrasta l’isola, cupo e oscuro.

Per capire cosa è successo dovrà ritrovare i ricordi che ha nascosto. Di quando, a otto anni, ha scoperto di avere lo speciale dono di materializzare i sogni. Della famiglia che non gli ha creduto e lo ha rinchiuso in un istituto dove ha subito torture e strane cure.

In questa ricerca dovrà accettare che l’immaginazione è l’unica cosa che può ostacolare un Destino già scritto

Stiamo parlando di un romanzo breve, solo 150 pagine, eppure sa trasportare il lettore in un mondo onirico, fatto di sogni che si trasformano in realtà, e realtà che sfumano nel sogno.

La scrittura passa dalla pacatezza alla tensione senza che te ne accorga. Io l’ho letto tutto d’un fiato, in silenzio, per paura di infrangere il sogno. Luca Scopitteri ha una scrittura vivida, fluida e toccante che sa giocare con la psicologia del protagonista e ti confonde le idee, facendoti perdere la percezione della sfera in cui si svolge l’azione.

Alla fine, invece di avere le mie risposte, mi sono ritrovata con più domande. Segno, secondo me, che la struttura narrativa ha funzionato, e ora sono impaziente di leggere il successivo capitolo.

Complimenti all’autore. Consigliatissimo.

No Comments